Cerca
sabato 24 giugno 2017 ..:: Gara di pesca per bambini a Castelnuovo ::..   Login
Gara di pesca per bambini a Castelnuovo Bocca d'Adda Riduci

Gara di pesca per bambini a Castelnuovo Bocca d’Adda

 

 

 

Tempo fa il Comune di Castelnuovo Bocca d’Adda ci ha chiesto di organizzare una gara di pesca per bambini in occasione della festa del 7 giugno 2011. La risposta non poteva essere che “Si”!

 

Quale migliore occasione per divulgare i nostri principi per la salvaguardia e la tutela della natura, con particolare riferimento ai fiumi e a tutti i corsi d’acqua in generale?  Rispetto dell’ambiente e dei suoi abitanti di ogni tipo, dai più piccoli ai più grandi, pesci inclusi, anzi soprattutto i pesci che già subiscono il quotidiano attacco dei numerosi agenti inquinanti che deteriorano le nostre acque.

Occasione resa ancor più interessante dal fatto che i destinatari erano bambini, a cui poter mostrare le bellezze della natura e il piacere di scoprirle in compagnia divertendosi e anche tanto, ottima ed auspicabile alternativa alle più moderne console di “videogames”.

 

L’accordo è presto fatto, tutta la parte “burocratica” a carico del Comune, tutta l’organizzazione tecnico logistica, dalla scelta del campo di gara, all’attrezzatura, alle esche e a tutto quanto necessario per la gestione a carico del Catfishing Italia.

Come in tutte le gare, e come è imperativo per il Catfishing Italia in ogni occasione, tutti i pesci verranno rilasciati cercando di arrecare loro il minor fastidio possibile, per poterli ritrovare ancora più numerosi alla prossima “avventura” di pesca.

 

 

Il comune si trova in una posizione strategica per la pesca, nel suo territorio, il fiume Adda ed un importante canale confluiscono in Po creando habitat ideali per la fauna ittica, inoltre, prima della confluenza, alcuni stagni ricchi di pesce, immersi in una natura quasi incontaminata, creano ambienti di rara bellezza, sia per la pesca, sia per un normale “picknik” domenicale o una passeggiata a bordo del mezzo più ecologico in assoluto: la biciletta.

 

Uno degli stagni

 

 

 

 

Ma torniamo alla gara, fatti alcuni sopralluoghi abbiamo identificato in un canale poco fuori dal centro abitato il luogo ideale per la competizione. Il canale è ricco di piccoli pesci, l’acqua non è troppo alta e le rive sono basse e facilmente accessibili, il luogo ideale per divertirsi in tutta sicurezza.

Identificato il luogo ed il tipo di “prede” non resta che procurarsi l’attrezzatura adatta e per questo ringraziamo SOS Adda Onlus che ha fatto un piccolo omaggio ad ogni iscritto (un cappellino, molto utile nelle giornate di sole) e il negozio “Pesca Sport di Proverbio Giuseppe” di Maleo, che ci ha fatto ottime condizioni sull’attrezzatura, regalandone una parte, esche comprese.

Finalmente arriva il giorno tanto atteso, la gara è previste per le 15:30 circa ma noi siamo sul posto con abbondante anticipo per organizzare il campo di gara, installare il gazebo per la registrazione dei partecipanti, fissare i picchetti porta canne e preparare le canne fisse con montature per “Alborelle”.

All’ora prefissata il buon Fabiano (anima ispiratrice e primo sponsor della gara) arriva in auto con il primo gruppo di contendenti per poi ripartire a razzo per il secondo viaggio.

 

 

I partecipanti arrivano alla spicciolata

 

 

  

Nel frattempo un piacevole imprevisto: arriva un carico di trote che sarebbe dovuto servire per una gara di pesca della mattina successiva. Non potendo attendere, il camion scarica e riparte.

Questo scombussola un po’ tutto, non abbiamo l’attrezzatura adatta ma , in qualche modo, ci arrangeremo.

Cominciamo a preparare la pastura, i nostri piccoli garisti si scatenano nell’impasto.

 

 

Ormai non manca più nulla. Pronti? Via! Siamo tutti in pesca… eh si, siamo, perché ogni ragazzo è seguito da uno dei componenti del Catfishing Italia che, più bambini dei bambini, si fronteggiano, senza esclusione di colpi, per portare il loro “protetto” alla vittoria (in una gara ufficiale saremmo tutti squalificati).

Due momenti della gara

 

 

All’inizio tutto è tranquillo, i piccoli pesci spaventati dai nuovi arrivati non si fanno vedere e le trote sono ancora disorientate ma, passano un po’ di minuti e cominciano ad abboccare. 

Le nostre attrezzature, “tarate” su pesci di piccola taglia rendono tutto più difficile, sono più le trote perse che quelle salpate a riva ma non ci scoraggiamo e la perseveranza viene premiata.

 

Finalmente arrivano le prime catture

 

 

 

Alla fine nessuno rimane all’asciutto, ogni ragazzo ha qualcosa nel retino ed un certo numero di prede sfuggite ma tutti, proprio tutti, sembrano essersi divertiti.

Si passa alla pesa ed alla compilazione della classifica che però verrà ufficializzata solo il giorno successivo, dopo la gara della domenica mattina, ma non importa, il nostro obiettivo è più che raggiunto, il resto sono formalità.

Il nostro compito si esaurisce qui, dopo la foto ricordo della bella avventura con l’augurio di ritrovarsi l’anno prossimo e, nel frattempo, incontrarsi per  preparare anche altri eventi di portata forse nazionale.

 

 

Un sentito ringraziamento a Fabiano ed al comune di Castelnuovo Bocca d’Adda per la preziosa occasione e la disponibilità a portare avanti altre importanti iniziative, di cui speriamo di potervi raccontare e breve.

 

 

Stampa  

Copyright (c)   Condizioni d'Uso  Dichiarazione per la Privacy
DotNetNuke® is copyright 2002-2017 by DotNetNuke Corporation