Cerca
lunedì 22 luglio 2024 ..:: Ecologia & Inquinamento » Inquinamento di Mari & Oceani ::..   Login
Enter Title Riduci

 

 

 

 

Il mare è sempre stato considerato uno scarico naturale, e la parte dei rifiuti biologici fu riassorbita e l’acqua purificata grazie ai cicli biologici.
Oggi i danni provocati da fattori fisici, chimici e biologici creano grave squilibrio nel mare.
Gli scarichi industriali e delle acque residuali favoriscono la vita per i batteri patogeni.
Es.: Salmonellosi ed altre malattie provocate da ostriche, cozze (nel 1973 epidemia di colera).
Numerosi detergenti e pesticidi trasportati dalle acque fluviali hanno effetti gravissimi su animali ed uccelli costieri.
Prodotti di origine industriale possono provocare danni notevolissimi.
Il caso più drammatico si verificò nella BAIA di MINAMATA in Giappone: fu causato dai derivati del mercurio contenuto nelle acque residuali di una fabbrica di antaltide che le scaricava in mare senza depurarle.



PRODOTTI PETROLIFERI

Incidenti capitati a navi-cisterna (Torrey Canyon, Prestige e tante altre) provocarono lo scarico in mare di notevoli quantità di idrocarburi provocando una forma di inquinamento.
Gli idrocarburi versati nei mari e negli oceani derivano soprattutto dalle petroliere che per pulire i loro serbatoi si pensa versino in mare l’1% del loro carico di petrolio.






Il nostro Mediterraneo è fra i mari più inquinati, poi seguono il Mar del Nord, La Manica, il Mar di Giappone.
Il petrolio depositato consuma ossigeno ed impedisce la fotosintesi necessaria al fito plancton. Molti animali risultano danneggiati, ed in particolar modo gli uccelli, pesci, molluschi, ecc…





Per combattere l’inquinamento del mare le nazioni si sono riunite nel Convegno di Londra del 1962 ed in quello di Oslo nel 1972, nei quali si proibì lo scarico in mare di prodotti inquinanti quali: composti organici, composti organici di silicio, sostanze che possono produrre effetti cancerogeni, mercurio, materie plastiche o altre sostanze sintetiche persistenti.

Stampa  

Copyright (c)   Condizioni d'Uso  Dichiarazione per la Privacy
DotNetNuke® is copyright 2002-2024 by DotNetNuke Corporation