Cerca
lunedì 23 ottobre 2017 ..:: Codice Etico ::..   Login

Codice etico dell’Associazione

 

Il Codice Etico di “Catfishingitalia” è la carta dei diritti e dei doveri morali che definisce la responsabilità etico-sociale ed ambientali di ogni partecipante alla nostra organizzazione. E' un mezzo efficace per prevenire comportamenti irresponsabili o illeciti da parte di chi opera in nome e per conto dell'Associazione, perché introduce una definizione chiara ed esplicita delle responsabilità etiche e sociali del direttivo, dei soci fondatori e di quelli sostenitori.

Il “Catfishingitalia” crede sia essenziale che i pescatori abbraccino in tutte le acque un’etica comportamentale che comprenda la considerazione per l’ambiente naturale e per tutti coloro che fruiscono di queste aree naturali, siano essi pescatori oppure no.

Questa carta comprende la filosofia del “Rilascio del pescato” proprio perché riveste grande importanza nel comportamento etico di tutti noi pescatori sportivi. Inoltre fornisce una base culturale per migliorare le esperienze di pesca unendo due fattori importanti come la salvaguardia dell’ambiente ed il comportamento rispettoso e sportivo verso tutti gli altri associati. In linea generale il nostro Codice Etico segue un percorso educativo nel comportamento di tutti i “Membri” e non un punto d’arrivo.

Il rispetto della persona e delle risorse ambientali vanno di pari passo. Noi associati ci preoccuperemo di capire e di considerare l’etica per la terra, le piante, gli animali, i pesci e l’acqua in quanto parte dell’ecosistema in cui viviamo.

Un fattore importante che i pescatori del “Catfishingitalia” devono comprendere di questa politica è la promozione di quei programmi che sostengono la grande diversità delle specie ittiche, e non supportare invece tutte quelle politiche che potrebbero causare l’estinzione prematura di altre specie come il Silurus Glanis e tutti gli olloctoni che, tra l’altro, saranno tra le poche specie che in futuro potranno regalarci le soddisfazioni più grandi.
Il compito del “Catfishingitalia” a protezione delle specie autoctone ed olloctone è basata proprio sul principio etico di prevenire l’estinzione di tutte le specie ittiche.

I seguenti principi comportamentali sono parte integrante del Codice etico del Catfishingitalia”:

 

1.       L’etica della pesca comincia col rispettare e comprendere l’ambiente della pesca;

2.       I “Membri” sono consapevoli che il loro comportamento di osservanza delle leggi e dei regolamenti si riflette e condiziona tutti gli altri pescatori;

3.       L’opportunità di partecipare allo sport della pesca è un privilegio ed anche una responsabilità educativa e sociale;

4.       I “Membri”  rispettano la proprietà privata e chiedono sempre il permesso prima di entrare o pescare in una proprietà altrui;

5.       I “Membri”  condividono le acque in maniera equa o con tutti coloro che ne fruiscono, siano essi pescatori o comunque praticanti di altre attività extra pesca;

6.       I “Membri”  minimizzano il loro effetto sull’ambiente naturale di pesca adottando tutti i sistemi possibili per non degradare la qualità delle rive, delle acque e soprattutto dei singoli ecosistemi. Queste pratiche comprendono: mantenere sempre pulite le proprie attrezzature lavando e asciugando accuratamente tutto l’equipaggiamento usato in pesca per impedire il trasporto e l’eventuale trasmissione di batteri sconosciuti che potrebbero minacciare l’integrità di un altro ecosistema acquatico. In poche parole, i “Membri”  lasciano l’area di pesca in modo migliore di come l’hanno trovata.Il proposito dei “Membri”  è quello di conservare l’ambiente di pesca comprendendo l’importanza di limitare il loro prelievo.

7.       Il “rilascio del pescato” è una componente fondamentale per il primario sostentamento dell’ambiente di pesca che è stato ad oggi fin troppo sfruttato. I “Membri” liberano i pesci in maniera appropriata con tutte le dovute cautele e arrecando un danno minimo, e praticano le tecniche di pesca più sportive che contribuiscono a mantenere intatte le popolazioni dei pesci. (inserire link del ns. catch&release)

8.       I “Membri” non giudicano o criticano i diversi metodi di pesca degli altri “associati” pescatori; piuttosto ne condividono la loro conoscenza ed esperienza di pesca mostrando ed insegnando le loro abilità tecniche. Aiutano gli altri a capire quanto sia importante il contributo delle varie tecniche della pesca; trattano gli altri pescatori nel modo in cui loro stessi vorrebbero essere trattati. Non si impongono e non invadono  la postazione di pesca altrui. Quando entrano in una zona di pesca già occupata, i “Membri”, passeranno sempre alle spalle di coloro che sono già in pesca, mai davanti.

9.       I “Membri” quando pescano dalla barca non invadono il campo d’azione dei pescatori a terra o su altre barche; I pescatori del “Catfishingitalia” all’occasione si complimentano con gli altri pescatori e promuovono sempre questo Codice Etico divulgandolo a tutti i pescatori sportivi di qualsiasi tecnica di pesca.

 

Copyright (c)   Condizioni d'Uso  Dichiarazione per la Privacy
DotNetNuke® is copyright 2002-2017 by DotNetNuke Corporation